PAM2022 A SILVIO ORLANDO

Premio alla Carriera

Evento Speciale

 


Il Cineclub Méliès è orgoglioso di annunciare il ritorno dell'evento cinematografico buschese più prestigioso dell'anno: il Premio Cinematografico Alpi del Mare. L'importante riconoscimento, creato nel 2017, in occasione dei sessant'anni del Cine-teatro Lux di Busca e tributato con cadenza annuale, pone l'attenzione su personalità di spicco del mondo del cinema, che si sono distinte per una carriera di successi e autorevoli collaborazioni artistiche; personalità amate dal grande pubblico che sono entrate nel cuore degli spettatori per lavori di pregiata fattura. Ad aprire l'Albo d'oro, nel 2017, Giuseppe Battiston, seguito nel 2018 da Margherita Buy e nel 2019 da Claudio Bisio.


Il Circolo Méliès, elemento attivo nella creazione di un polo culturale permanente, ha voluto, per la serata di domenica 9 gennaio prossimo, portare entro le mura della Sala cittadina uno dei più iconici volti del panorama artistico italiano, attore di cinema, teatro, e televisione:


SILVIO ORLANDO


L'ospite ritirerà dalle mani del critico cinematografico Giancarlo Zappoli (direttore di MyMovies e partner dell'iniziativa) il Premio Alpi del Mare | Città di Busca 2022! 


Silvio Orlando vanta una lunga e luminosa carriera, con collaborazioni prestigiose, da Gabriele Salvatores a Nanni Moretti, da Carlo Mazzacurati a Paolo Virzì, da Pupi Avati a Paolo Sorrentino. Ha esordito sul grande schermo nel 1987 interpretando il comico Nicola Minichino in “Kamikazen - ultima notte a Milano” di Gabriele Salvatores; vincitore di due David di Donatello - come Miglior Attore non protagonista per “Aprile” di Nanni Moretti (1999) e come Miglior Attore protagonista per “Il caimano” di Nanni Moretti (2006), due Nastri d’Argento - come miglior Attore protagonista per “Preferisco il rumore del mare” di Mimmo Calopresti (2000) e ancora “Il caimano” di Nanni Moretti (2006), un Globo d’oro - come Miglior Attore per “Sud” di Gabriele Salvatores (1994), due Ciak d’oro - come Miglior Attore non protagonista per “Aprile” di Nanni Moretti (1999) e come Miglior Attore non protagonista per “Il caimano” di Nanni Moretti (2006). Nel ricco palmares si segnalano anche un Premio Pasinetti e una Coppa Volpi per la Miglior Interpretazione Maschile per “Il papà di Giovanna” di Pupi Avati (2009). Una fitta carriera artistica anche in televisione, in cui spicca la collaborazione con Paolo Sorrentino tra il 2016 e il 2019, con le serie “The Young Pope” e “The New Pope”, nei panni del Cardinale Voiello al fianco di Jude Law e John Malkovich. 

Il Premio vuole essere un omaggio alla carriera dell'ospite. La prima serata è da considerarsi centrale: è in questo frangente che l'ospite incontra il pubblico e riceve il Premio. Dopo la consegna della targa in vetro, sarà proiettato il nuovo film di Roberto Andò “Il bambino nascosto" tratto dall’omonimo romanzo edito da La Nave di Teseo e uscito nelle sale nelle scorse settimane. La premiazione è il preludio all'omaggio delle settimane successive (una serata a settimana) con una retrospettiva dedicata dei alcuni dei lavori più importanti che lo hanno reso celebre e immortale nell'immaginario collettivo. Saranno proiettati "Ariaferma" di Leonardo Di Costanzo (lunedì 14 marzo), “Luce dei miei occhi" di Giuseppe Piccioni (lunedì 21 marzo) e “Si sente il rumore del mare" di Mimmo Calopresti (lunedì 28 marzo).


L’organizzazione del Premio, curata dal Cineclub Méliès, giunge dopo mesi di grande difficoltà legata alla pandemia, e non sarebbe stata possibile senza il sostegno degli Sponsor e della Città di Busca - Assessorato alla Cultura. Per l’accesso all’evento è necessario essere in possesso di Green Pass Rafforzato.


Per potersi garantire una poltrona per la serata del 9 gennaio è necessario prenotare presso Ottica Foto Buschese in via Cadorna a Busca (di fronte al Cinema Lux) dal martedì al sabato o chiamando il 349.1817658; biglietto unico incontro con attore e film euro 10.